Stelle Cadenti — Il Ferro degli Dei Contro l’Ansia e la Paura

Tempo di Lettura : 5 minuti

Ogni anno il ferro cosmico fa breccia entro l’atmosfera terrestre. Sciami di stelle cadenti precipitano sulla terra, seguendo i ritmi del cosmo. Con loro esse portano il ferro, e le forze imbrigliate in esso. Ma come mai questo accade? Qual è il motivo di questo spettacolo affascinante che ci fa stare con il naso all’insù ed esprimere desideri? E tutto questo cos’ha a che fare con il ferro?

Secondo la tradizione cattolica, le stelle cadenti di agosto sono le lacrime di San Lorenzo. Ma in generale, queste meteore sono conosciute come le Perseidi perché il punto da cui sembrano cadere si trova nella costellazione di Perseo.

Immagine del Cosmo e delle Stelle Cadenti
Immagine di Sam Willis BY Pexels

Questa corrispondenza con il mito è molto interessante. E come vedremo più avanti, trova una valida spiegazione nei risultati di un’indagine scientifico-spirituale.

Immagine della Testa della Medusa

Perseo e Medusa

Tutti conoscono Medusa, una delle tre Gorgoni, mostruose figure femminili con serpenti velenosi vivi al posto dei capelli. Perseo fu l’eroe che affrontò il suo terribile sguardo che aveva il potere di trasformare gli uomini in pietra.

In realtà, la storia di Medusa è davvero tragica. È impossibile non entrare in empatia con lei. Violentata da Nettuno nel tempio di Atena, fu poi maledetta dalla dea che la riteneva responsabile. Atena la trasformò in un mostro, i suoi capelli diventarono serpenti e il suo sguardo capace di pietrificare gli uomini con un solo sguardo.

Fu senz’ombra di dubbio una vittima. Ma per quanto triste possa essere la sua storia, dobbiamo anche tenere conto del significato dell’essere mostruoso in cui venne trasformata. Purtroppo, non possiamo negare che sia diventata il simbolo vivente delle forze pietrificanti e sclerotizzanti del serpente. E queste hanno un significato profondo che possiamo approfondire, accanto all’empatia che possiamo avere per lei.

Il Serpente

Come tutti sappiamo, il serpente è un potente animale. E le forze che rappresenta sono sia positive che negative. Al positivo, è una creatura legata alla conoscenza e alla saggezza, che porta forze di guarigione. Al negativo, il serpente è il seduttore e l’ingannatore che pietrifica la volontà umana attraverso il suo sguardo ipnotico.

Perseo vinse la battaglia contro Medusa usando lo scudo di Atena, dea dell’intelletto. Attraverso il riflesso dello scudo (un simbolo del pensare), le forze della testa di Medusa furono vinte. Ma cosa sono? Sono forze dell’antica saggezza, forze della conoscenza del serpente, che per qualche motivo si rivoltarono contro l’umanità.

Secondo l’Antroposofia rappresentano infatti una forma atavica di chiaroveggenza. Quindi da un lato erano sì forze di conoscenza. Ma dall’altro non erano più in grado di far avanzare l’evoluzione umana. Stavano quindi diventando retrograde e sclerotizzanti, forze destinate ad essere abbandonate per sviluppare pienamente l’autocoscienza umana (Perseo).

Ora una nuova forma di coscienza, la Conoscenza Immaginativa, può essere sviluppata dallo stato di veglia lucido che abbiamo conquistato. Col tempo anche l’intelletto infatti deve essere superato, ma svilupparlo fu un passo necessario per l’umanità. Dal pieno stato di consapevolezza che questo ci consente, possiamo ora tornare a una piena percezione delle realtà spirituali. Ma questa volta in piena coscienza, non in uno stato di sogno come ci permetteva l’antica chiaroveggenza.

Un’altra immagine importante che riflette la dualità tra le forze del serpente e la coscienza umana è l’immagine dell’Arcangelo Michele che combatte il Drago. Questa immagine può essere per così dire distillata direttamente dalla Natura, seguendo la ruota dell’anno attraverso la Conoscenza Immaginativa.

Una bilancia, simbolo dell'Arcangelo Michele

Michele e il Drago

Secondo l’Antroposofia in estate uno specifico processo ha luogo nell’organismo umano, via via che la luce e il calore diventano sempre più forti. Si tratta di una sorta di processo di sulfurizzazione, perché dal punto di vista spirituale gli esseri umani iniziano a splendere durante l’estate come circondati da una fiamma giallognola-bluastra di “zolfo”. Questa fiamma è particolarmente simile ad alcuni esseri spirituali che vogliono approfittare della libertà umana per i loro scopi.

Per l’osservazione cosmica il fatto è davvero di una bellezza maestosa, perché è una meravigliosa luce astrale quella di cui gli uomini risplendono nel cosmo durante l’estate; questa maestosa bellezza dà al tempo stesso l’occasione alla potenza arimanica di avvicinarsi all’uomo, perché la potenza arimanica è molto affine alle sostanze che si sulforizzano nell’uomo. Se da un lato si vedono gli uomini risplendere verso il cosmo nella luce di S. Giovanni, si vedono però anche le forme di Arimane, serpeggianti come draghi, insinuarsi tra gli uomini risplendenti nella luce astrale e tentare di avvincerli, di irretirli, di attirarli giù nelle regioni del sogno, del sonno, dell’inconscio.

L’Esperienza del Corso dell’Anno in Quattro Immaginazioni Cosmiche – Rudolf Steiner

Questo processo di combustione sottile nell’organismo umano provoca ciò che in estate ci sembra davvero naturale. Una sorta di stato sognante in cui gli istinti umani si rafforzano, acquisendo potere sulla nostra coscienza. Chi non l’ha mai sperimentato durante l’estate?

Dobbiamo anche capire che in questo senso le forze arimaniche non sono affatto interessate a risvegliare la chiaroveggenza negli uomini. Che sarebbe comunque una superata forma di chiaroveggenza. Tutto quello che vogliono è controllare gli umani ingannandoli attraverso i loro istinti.

Ferro e Sangue

Quando questo processo diventa insopportabile, se non addirittura pericoloso, la saggezza del cosmo fornisce agli esseri umani l’antidoto. L’impulso equilibratore per contrastare le forze dello zolfo che esalano dal suolo è il ferro cosmico.

Quando, appunto nel culminare dell’estate, da una certa costellazione cadono i meteoriti in grandiosi stormi, quando cade sulla Terra il ferro cosmico meteoritico, in esso dimora una forza risanatrice potentissima, in esso è contenuta I’arma degli Dei contro Arimane che vuole avvincere nelle sue spire di drago gli uomini luminosi.

La forza che cade sulla Terra con i meteoriti, col ferro meteoritico, è forza cosmica con cui gli esseri spirituali superiori cercano di vincere le potenze arimaniche, quando avanza l’autunno. Quello che così si svolge nello spazio con grandezza maestosa fuori nell’universo, quando in agosto gli stormi delle stelle cadenti piovono rilucenti in mezzo alle irradiazioni degli uomini nella luce astrale, quello che in modo tanto grandioso si svolge nello spazio ha la sua tenue contro immagine (in apparenza piccola, ma solo spazialmente piccola) in ciò che avviene nel sangue umano.

Il sangue umano viene pervaso, irradiato in ogni sua parte dal ferro che, combattendo la paura, il terrore e l’odio, in esso si inserisce, invero non nel modo materiale che pensa la scienza odierna, ma sotto l’impulso di forze animico-spirituali.

Il processo che si svolge in ciascun corpuscolo del sangue quando la combinazione ferrosa vi penetra, e in misura umana, in piccolo, in piccolissimo, lo stesso processo che ha luogo quando la pietra meteorica saetta rifulgente e radiosa attraverso l’aria. Azioni meteoriche nell’interno dell’uomo sono le irradiazioni del ferro che lo compenetrano e lo depurano da ogni paura.

L’Esperienza del Corso dell’Anno in Quattro Immaginazioni Cosmiche – Rudolf Steiner

In Conclusione

Possiamo contemplare lo straordinario spettacolo delle stelle cadenti coltivando questi pensieri. Possiamo guardarle sapendo che le forze del cosmo sono al lavoro per aiutarci. La paura e l’ansia sono due forze bloccanti che soprattutto quest’anno ci hanno irretito tutti, nessuno escluso. Ciò rende quest’anno l’evento delle stelle cadenti ancora più importante e degno di contemplazione.

Come sempre se questo articolo vi è piaciuto, iscrivitevi alla Newsletter di Astronomicon con la barra nella parte  superiore del sito. Possa il ferro cosmico degli dèi essere con voi per sconfiggere tutti gli ostacoli che si pongono lungo il vostro cammino. Grazie per la lettura, vi auguro una buona settimana.

Leave a Comment

–––––––––––– OR ––––––––––––